Iscriviti alla newsletter se vuoi ricevere esclusive scoperte ed ispirazioni per lo shopping in formato bambino (ma anche viaggi, libri e molto altro ancora).
Zapisz Zapisz

GITA FUORI PORTA: MILANO – CREMONA (con bambini) PASSANDO PER “COURMAYEUR”

Dovevamo fare una gita furori porta, lasciando Milano alla volta di Cremona, siam finiti a Piacenza.

O meglio, nel Piacentino, ma alla fine fa lo stesso: a papà Alan fa sempre molto casa. Ovunque andiamo, qualunque cosa succeda, Piacenza per un verso o per l’altro c’entra sempre, “perché è il centro del mondo” direbbe lui, voi dite che devo contraddirlo?gita fuori porta milano cortemaggiore mercato antiquariato

Tutti in macchina verso sud e dopo mezz’ora papà Alan se ne esce con un secco “dai che ti porto a mangiare a Courmayeur”: va bene che spesso mi fa trabocchetti per testare la mie conoscenze geografiche e va bene pure che cambiamo sempre piani, però non siamo vestiti per andare sulla neve, la strada che abbiamo preso mi ricorda il giro che ho fatto in treno per andare da Milano a Firenze, passando per Roma… insomma, che stai a dì? Come direbbero nella città che realmente ti ha dato i natali, caro papà?

Esce spedito al casello, quasi entusiasta del mio volto perplesso che stava sognando tortelli e ora si immagina ad addentare uno stinco con la polenta, e pazienza per le scarpe di cuoio e le giacche da mezza stagione, a noi la neve mica ci fa paura.

gita fuori porta milano cortemaggiore mercato antiquariato piacenza

Pochi minuti, entra in un centro abitato: “Cortemaggiore” segna il cartello. “Ecco siamo arrivati” esclama “scendiamo che andiamo a mangiarci due chisolini con i salumi”. Resto incollata al sedile interdetta, papà Alan mi apre lo sportello ridendo: “Courmayeur è Cortemaggiore, dai che lo san tutti a Piacenza”, eh già peccato io non venga da Castelvetro e mi sfuggano certe finezze. Scendiamo mentre nella mente continuo a ripetermi “courmayeur-cortemaggiore, cortemaggiore-courmayeur, ma è una genialata” e rido da sola, il sole è alto nel cielo, il termometro segna temperature primaverili, due passi e intravedo bancarelle colme di oggetti, mobili e abiti vintage e qui il mio sorriso si fa a 40 denti (lo so che ne abbiamo circa una decina in meno, ma non smontatemi i miei assurdi modi di dire please).

gita fuori porta milano bambini

gita fuori porta milano cortemaggiore bambini

Carolina improvvisa partite a calcio balilla, in solitaria ovviamente così è sicura di vincere. Tutta sua madre. Ginevra osserva attenta ogni dettaglio, si innamora di mappamondi, valigie antiche e sfiora rapita tavoli in legno d’ulivo stretti e lunghi lunghi, avessimo avuto un furgoncino invece che la nostra macchina io e lei lo avremmo comprato quel tavolo stretto stretto che poi per tenerci la mano non avremmo nemmeno più dovuto sdraiarcisi sopra, lussandoci una spalla. Per la gioia di papà, il furgoncino non l’avremo mai.

Sgomitiamo tra pizzi e merletti sotto ai vecchi portici di Cortemaggiore, accompagnati da musica in filodiffusione che esce leggera da vecchi altoparlanti appesi agli angoli di antiche palazzine.

Sembra di entrare dentro ad un film, ma alla fine la nostra vita cosa è se non un meraviglioso lungometraggio?

gita fuori porta milano mercato antiquariato cortemaggiore vintage

Una gira fuori porta non può esser chiamata tale se non ci si concedono un paio di ore seduti davanti ad un buon bicchiere di vino e un bel piatto che ti fa l’occhiolino a centro tavola

gita fuori porta milano mercato antiquariato cortemaggiore il tagliere salsamenteria

così decidiamo di rifocillarci a suon di chisolini, affettati, polentine, sott’oli fatti in casa, mille ed una salsina, tortelli che di così buoni non ne avevo assaggiati mai

gita fuori porta milano mercato antiquariato cortemaggiore il tagliere salsamenteria

(e ne ho provati a bizzeffe) il tutto durante il nostro primo pranzo in giardino, con le giacche addosso e il sole a scaldarci il viso. Ginni e Carol intanto disegnano, un morso al chisolino, un sorso d’acqua, una scritta sul quaderno e via così fino al momento del conto.

Il caffè però ce lo teniamo buono per Cremona, perché ormai a vedere il Torrazzo io ci voglio andare. Che poi io in gita a Cremona c’ero già stata con papà Alan, ma non lo ricordavo più.

gita fuori porta milano cremona con bambini

Qui, alle spalle del meraviglioso battistero ci beviamo il nostro atteso caffè o meglio, mezzo caffè io e l’altro mezzo il mio cappotto, perché la tazzina verrà prontamente rovesciata da Carolina nell’intento di salire in piedi sul tavolo, dopo essersi fatta pipì addosso (per fortuna ha una mamma previdente che quando va in gita si porta sempre cambi per tutti).

Credo Cremona non la scorderò più tanto facilmente.

gita fuori porta milano bambini cremona

gita fuori porta milano bambini cremona piazza duomo

gita fuori porta con bambini cremona lombardia

Abbiamo passeggiato in piazza Duomo e fatto “bubu-sette” sotto i portici della Loggia dei Militi. Ginevra e Carolina son rimaste minuti interi con il naso all’insù ammirando la punta del Torrazzo e hanno smesso solo quando han sentito desiderio di un gelato. Ebbene sì, le mie figlie han sempre appetito, sono la gioia di qualunque “nonna tradizionale” capace di offrire in due ore biscotti, panini, patatine, frutta, crackers e budini, intervallati da caramelle gommose per far di nuovo spazio nella pancia. Cara nonna Amelia, ogni riferimento è del tutto casuale.

gita fuori porta milano con bambini - elisa favaro

Cercando sul nostro fedele amico Tripadvisor che ci salva sempre durante le nostre gite fuori Milano, riuscendo ad accontentare anche i desideri gastronomici più impensati, abbiamo mangiato mega gelati (la moda delle piccole di casa è l’abbinata nocciola-pistacchio, perché a loro i tipici fragola-limone han già stufato) e yogurt cremosi (che a me piacciono super mega tantissimo, soprattutto con sopra frutta e salsine dolci da leccarsi i baffi).

Dopo aver divorato tutto, il gelato ha iniziato a fare a cazzotti col chisolino e abbiamo avuto bisogno di circa un’ora per riuscire a fare qualche centinaio di metri verso la macchina dove invece che guidare avremmo fatto volentieri un bel pisolo fino a Milano, ma la fortuna va sempre a quelle sedute dietro, eh bella storia esser bambini…

gita fuori porta con bambini

 

Se come noi volete capitare nella Courmayeur piacentina, ovvero Cortemaggiore, durante il grande mercato dell’antiquariato e delle cose d’altri tempi, potrete farlo ogni prima domenica del mese. Io ve lo consiglio perché è davvero grandissimo, troverete prevalentemente mobilio e accessori.

Mangiare a Cortemaggiore: Misto di salumi e chisolini e tortelli da mille e una notte nella tipica Salsamenteria Il Tagliere (potete leggerne di più, compreso indirizzo e numero di telefono per prenotare, qui)

Merenda a Cremona: Gelati di mille tipi, dallo stecco artigianale, al soffice yogurt nel centro città: Gelateria XXV Aprile (indirizzo e recensioni qui)

 

Se a Cremona siete già stati e volete qualche altra idea di gita fuori porta a poca distanza da Milano, Pavia può essere la scelta giusta. A noi è piaciuta tantissimo e ne abbiamo parlato qui

 

Qui sotto invece potrete trovare tutti gli articoli (o valide alternative) a capi e accessori che indossiamo in foto, vi basterà cliccarci sopra per esser collegati direttamente allo shop online!

Xo Elisa

 

 

prodotti correlati

Acquista CAPPELLO FELTRO BRIXTON

Acquista CAPPOTTO DONNA RUGGINE

Acquista STRINGATE DONNA

Acquista CAMICIA DONNA “DIPINTA”

Acquista COLLANT JOLI PAON

Acquista CAPPOTTO MALVI&CO (Versione Estiva)

Acquista BALLERINE VELLUTO PISAMONAS

Acquista COLLANT COLLEGIEN MIEL DORE’

Acquista ZAINI PERSONALIZZABILI

No Comments Yet.

What do you think?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *